Journey

Il percorso verso una nuova coscienza

back to home pdf share

L'inizio del cammino spirituale è spesso segnato da una profonda inquietudine, una spiacevole sensazione di essere fuori contesto, un'angoscia o una nostalgia inspiegabili.

È un momento di crisi, più o meno cosciente, che potremmo definire come una “Sacra Insoddisfazione”. Qualcosa, spinge l’essere umano a cercare risposte alle grandi domande della vita: Chi sono, cosa sono e dove sto andando? E anche se non comprende ancora appieno ciò che sta cercando, è comunque spinto a iniziare la sua ricerca.

Istinti, intuizione e consapevolezza si mescolano, mentre la vita gli presenta i risultati della sua ricerca. Di norma, nel tempo questi risultati si rivelano carenti; incapaci di soddisfare un bisogno interiore profondo, anche quando questo bisogno non è ancora pienamente compreso.

A poco a poco, però, tutto ciò che non gli si addice diventa evidente. Lentamente, una per una, le offerte della vita esteriore si rivelano insufficienti. Diventa chiaro che sta cercando qualcosa di più alto, più duraturo, qualcosa non relativo o temporaneo, qualcosa che non appartiene alla sua vecchia vita.

Comincia a sospettare che le risposte all'impulso alla realizzazione siano di altro tipo. Tutto ciò che prima era così pieno di promesse perde il suo splendore e i suoi interessi si spostano verso la comprensione dell'essenza e della natura del desiderio stesso.

Il vuoto interiore, il disagio un tempo incompreso, assume un significato più profondo è può essere riconosciuto come una vocazione spirituale, un mandato a realizzare qualcosa di radicalmente diverso da qualsiasi cosa abbia mai fatto prima. Così diverso che può essere descritto come un desiderio trascendente.

Dove può condurre questo impulso in questo mondo segnato dall'alternanza e dalla relatività? Come si può realizzare qualcosa di così elevato come quello di cui parla questa voce interiore? Ne sei degno o addirittura capace?

Questo dubbio è un'espressione di umiltà caratteristica di un cercatore della Verità. È profondamente consapevole di essere privo di veri valori o facoltà spirituali, di essere in realtà “povero in Spirito”. Eppure qualcosa dentro di lui testimonia una realtà sublime totalmente diversa. La sua sete spirituale continua a crescere fino a diventare irresistibile, lanciandolo in un viaggio di conoscenza di sé, un viaggio per il compimento di questa vocazione superiore.

Come in ogni viaggio, può essere aiutato da altri che lo hanno preceduto, e anche riconoscere alcuni punti di riferimento sul sentiero, ma alla fine nessuno può percorrerlo per lui o condurlo alla fonte interiore nelle profondità del suo cuore. Dovrà farlo da solo. Ma come?

Quando la sua coscienza è completamente impegnata in questa ricerca, intravede un possibile percorso. Lampi di luce nella coscienza lo indirizzano in una direzione, a volte chiara, a volte sfuggente e vaga, Queste esperienze lo mettono anche in contatto con altri cercatori, che come lui sono alla ricerca di risposte.

Il cercatore alla fine trova una Scuola Spirituale dove riceve l'aiuto di una comunità impegnata a realizzare il cambiamento interiore necessario alla sua vocazione trascendente. Percepisce finalmente il Sentiero sotto i suoi piedi e può ora fare passi fermi, accompagnato da innumerevoli altri, con la certezza interiore di un unico obiettivo comune: trasformarsi per trascendere.

back to home pdf share