Over the bridge

Il respiro della vita – Parte 2

back to home pdf share

(Vai a Parte 1)

Il respiro della vita e il respiro della morte sono contemporaneamente presenti nell'atmosfera del nostro pianeta. Abbiamo visto che il flusso in uscita dalla terra è disturbato dal potenziale magnetico collettivo dell'umanità. Ma allo stesso tempo la nostra atmosfera è influenzata dalle infuocate radiazioni intercosmiche dell'Era dell'Acquario; l'acqua viva viene versata sulle nostre teste. Quindi la domanda è: come assimilare le forze della vita e proteggerci dal velenoso alito della morte?

Abbiamo detto che il vecchio modo di pensare materialistico non può risolvere questo pressante problema della vita e della morte. Nell'era dell'Acquario deve nascere un nuovo modo di pensare. Questo altro modo di pensare dirige la nostra attenzione al regno eterico della vita. Domande come "Qual è la fonte della vita?" e "Cosa significa veramente il concetto di "vita"?" focalizzano la nostra attenzione sulla sfera eterica. Possiamo descrivere la "vita" secondo le sue caratteristiche esteriori, ma qual è la sua essenza?

Gli esoteristi sanno che gli atomi eterici penetrano negli atomi materiali e in questo modo danno vita, cioè vibrazione, alle forme materiali. Possiamo quindi capire che concetti come "crescita", "vitalità" e "salute" sono direttamente correlati all'assimilazione delle forze eteriche. Senza il nostro corpo eterico il nostro corpo materiale non ha vita indipendente. Se neghiamo o ignoriamo di avere un corpo eterico, non capiremo mai il mistero della vita. Quando contempliamo questo scambio ritmico di sostanze e forze – basato sulla legge “il simile attira il simile" – allora i termini "il respiro della vita" e "il respiro della morte" assumono un significato molto più ampio.

Ma prima di approfondire la questione, vorrei fare un viaggio con voi in compagnia dell'opera epica "Il Signore degli Anelli" di J. R. R. Tolkien. Forse avete letto i libri o visto i film. In "La compagnia dell'anello" la scena seguente mi ha lasciato una profonda impressione.

I nostri eroi stanno cercando di sfuggire a un mostro feroce. Corrono su un ponte e Gandalf il Grigio, il mago, è l'ultimo. A metà del ponte si ferma e affronta il nemico, mentre gli altri raggiungono in sicurezza l'altro lato. Blocca il percorso del mostro e dice: “Non puoi passare. Sono un servitore del Fuoco Segreto, detentore della fiamma di Anor. Non puoi passare". Quindi invoca questo fuoco segreto e distrugge una parte del ponte con il suo bastone. La bestia cade ma trascina Gandalf con sé ed entrambi scompaiono nell'abisso. Successivamente, Gandalf uccide questa bestia, ma così facendo perde anche la propria vita. Tuttavia, il suo compito non è terminato; il Fuoco Segreto lo trasforma e ritorna indietro come Gandalf il Bianco. Potremmo anche chiamarlo Gandalf il Puro, il liberato dalle macchie terrene. Il suo sacrificio e l'amore per i suoi simili hanno reso possibile questa trasformazione. La sua ricerca continua e deve aiutare la compagnia a distruggere l'Unico Anello: l'anello malvagio del potere e del dominio. L'Unico Anello deve essere gettato nel fuoco vulcanico del Monte Fato, lì dove è stato forgiato. Questo anello aveva un'iscrizione segreta che diceva:

Un anello per domarli, un anello per trovarli,
un anello per ghermirli e nel buio incatenarli.

 

Perché attiro la vostra attenzione su questa narrazione? Perché descrive in modo romantico gli elementi che dobbiamo risolvere nella crisi attuale:

– Si forma una compagnia;

– Vengono assimilate forze superiori che portano alla trasformazione;

– La bestia e l'anello malvagio del potere vengono neutralizzati e tenuti lontani dal gruppo che si batte per obiettivi spirituali.

Proviamo a elaborare un po’ di più questo concetto liberatorio. Una compagnia è un gruppo di persone con un obiettivo comune. Nel nostro caso dovrebbe essere formata da tutte le persone con aspirazioni spirituali. Questa fratellanza umana universale dovrebbe mettere da parte tutte le differenze e concentrarsi su ciò che le unisce. Nel loro desiderio di alti valori spirituali tutti i suoi membri sono uno. Una fonte universale di vita, una saggezza universale, un amore universale.

Ogni membro di questa compagnia è un Gandalf il Grigio a modo suo. Ciò significa che sono tutti servitori del Fuoco Segreto, ma non ancora completamente purificati e trasformati; sono ancora "grigi". Cos'è questo fuoco segreto? Potremmo chiamarlo lo Spirito Settemplice, o lo Spirito Santo, o in modo più mistico il "Respiro di Dio" o, se ci piace esprimerci in modo scientifico, "radiazioni con una vibrazione molto alta da un'altra dimensione". Le parole non sono importanti, ma piuttosto la realtà dietro di esse.

Ogni membro di questa compagnia umana deve essere consapevole di avere un compito importante, che è quello di stare saldamente sul ponte e pronunciare il "Non puoi passare!" Cosa significa questo? Significa che l'oscurità e il male sono scacciati dalla Luce. Ogni persona porta dentro di sé una scintilla di questo Fuoco Segreto: la scintilla di Spirito. Questa scintilla eterna deve essere trasformata in una fiamma! Non ha niente a che fare con l'eroismo o lo sviluppo di poteri sovrumani; l’”io” deve essere tenuto fuori da questo processo. Significa che sia l'individuo che il collettivo dovrebbero formare un canale aperto e pulito per il Fuoco Segreto. Quindi una spada o una croce viene piantata nella terra. Respirando nel flusso verticale del Fuoco Segreto ed espirando il flusso orizzontale di queste forze di luce trasformate, sia il campo di respirazione microcosmico che l'atmosfera cosmica vengono puliti e purificati. Questa circolazione del fuoco sacro ci cambierà e ci trasformerà in Gandalf il Bianco.

In questo modo la compagnia crea una spirale magnetica ascendente positiva e liberatoria, un vuoto governato dalle forze della Luce. Allora c'è una spirale magnetica negativa e distruttiva e una positiva e liberatoria. L'anello distruttivo continua ad esistere, perché una parte dell'umanità continua a nutrirlo. Ma per le persone che hanno scelto una strada diversa, quelle che vengono trasformate dal Fuoco Segreto, l'anello diabolico del dominio viene distrutto. Per loro, l'Unico Anello, forgiato per governarli tutti, è privato del suo potere perché respirano e vivono in un'altra atmosfera magnetica.

La degenerazione umana e il decadimento danno potere all'anello del destino; aprono un canale affinché le forze inferiori del Polo Sud si manifestino nella nostra atmosfera, aprano l'abisso. È vero anche il contrario; l'elevazione umana, la trasformazione di un essere umano legato alla terra in un'anima Spirito libera e potente, apre la via della liberazione, il ponte verso un'altra forma superiore di esistenza. Nel capitolo “La lotta per il Polo Sud” si dice che “attraverseranno le porte dorate del campo di radiazione settentrionale” nel loro cammino verso la loro casa eterna.

Siamo tutti liberi di scegliere la nostra strada. Ma se non facciamo una scelta, l'anello del destino sceglierà noi.

back to home pdf share