Celtic Cros

Lo sviluppo spirituale dell'anima popolare celtica – Parte 10

back to home pdf share

(Vai alla parte 9)

 

Alte Croci Celtiche

Quando si viaggia in Irlanda, si ha l'opportunità di visitare numerose alte croci. Queste croci non erano intese come croci funerarie, ma erano dedicate a Cristo, ad alcune persone del Nuovo e dell'Antico Testamento e ai quattro evangelisti. Appartenevano tutte ad un monastero racchiuso da un muro circolare. A est di solito c'era la croce di Cristo, che veniva paragonata all'alba. Raramente c'era un testo scritto su di essa, ma molto occasionalmente alle persone veniva chiesto di pregare per X che aveva eretto la pietra.

Le croci precristiane somigliano a quelle del cristianesimo primitivo. Questo perché il passaggio dalla religiosità mitica al cristianesimo non fu netto, ma graduale. I miti antichi furono integrati e arricchiti con il mistero cristiano. L’uomo mitico dell’antichità si sentiva connesso al cosmo. In epoca megalitica e celtica il sole era quindi considerato il centro cosmico degli dei. Dal sole uscì il Logos creativo che manifestò tutto.

Le decorazioni sulle croci si possono dividere in quattro gruppi legati ai quattro elementi.

1. Decorazioni geometriche

2. Fiori e piante

3. Animali

4. e uomini

L'elemento animale del drago rappresenta la vita istintiva inferiore dell'uomo che deve essere superata. Nella mitologia nordica, l'Edda, questo è indicato dal lupo Fenris. Fu generato da Loki, che rappresenta Lucifero e oscura il percorso dell'uomo. Fenris, il lupo, sta sempre divorando la luce ed è in piena attività durante questo periodo! È come il lupo bugiardo che deve essere vinto! Il drago ha lo stesso significato del lupo e sulla croce serpente-drago di Killamery un drago si avventa sul centro solare. È il nemico della luce ed è anche chiamato il "demone del sole".

 

cross

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serpente Drago – Croce di Killamery

 

Quando il cristianesimo iniziò a svilupparsi in Irlanda, il simbolo del sole fu unito a Cristo e alla sua croce. Molte pietre erette, chiamate menhir, furono ulteriormente lavorate con il simbolismo cristiano in epoca cristiana irlandese. I trattamenti applicati alle pietre servono quindi non solo come decorazioni, ma riflettono le forze vitali Cristiche che hanno il loro effetto sull'uomo e sulla terra.

 

Stela of Gallen

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stele a croce di Gallen

Sulla stele a croce di Gallen, il sole è raffigurato come una svastica, attorno alla quale sono attorcigliati quattro draghi che si avventano sulle quattro teste. La testa è il simbolo dei pensieri e questa rappresentazione è quindi un attacco di forze oscure alla coscienza dell'uomo. La figura al di sotto alza le mani in una resa irresistibile, immaginando così di affrontare con coraggio questa minaccia.

Il centro della croce è quasi sempre il Cristo, spesso simboleggiato dal sole. È come la Luce del mondo. In una antica tradizione leggiamo:

Tutto cominciò a brillare quando il Figlio di Dio venne sulla terra.

Cristo è dunque visto dai Celti come il Re dei cieli, che effonde la sua Luce sulla terra. In queste croci si può già vedere l'anello nella posizione del disco solare. Questo anello è associato all'effusione delle forze di Luce di Cristo.

Le alte croci contengono tre segreti che possono ancora essere compresi dall’osservatore attento:

In primo luogo possiamo vedere la croce che esce dalla terra. I sensitivi dell'antica era indiana videro una croce nelle profondità della terra con una creatura androgina appesa ad essa. Nella mano destra il sole, nella sinistra la luna e nel resto del corpo i mari e le terre. Questa visione chiaroveggente vedeva come la terra aspettava il mistero di Cristo e come la terra sarebbe passata da una forma pura a una nuova vita. La croce quindi non è solo il simbolo della morte, ma anche il simbolo di una nuova vita.

In secondo luogo, vediamo lo sviluppo del disco solare dietro la croce. Quando Cristo si è incarnato sulla terra, l'uomo ha iniziato un nuovo sviluppo: l'uomo può assorbire la luce di Cristo e quindi ha la possibilità di cambiare. La strada è ancora lunga, ma il cammino è iniziato. Il significato del disco rotondo sulla croce simboleggia Cristo come il Fratello Sole dell'uomo che vive sulla terra.

Terzo, i dischi solari sulle croci si sono trasformati in anelli solari trasparenti. Le alte croci ora mostrano qualcosa che racconta quanto profondamente i saggi irlandesi fossero al corrente dei segreti dell'evoluzione sulla Terra! Quando assumiamo l'impulso di Cristo, cambiamo: qualcosa nel nostro corpo eterico non perisce quando incontriamo la morte. Quelle parti del corpo eterico sono imperiture e queste forze sono riversate nell'universo. In questo modo si crea intorno alla terra una sfera spirituale sempre più grande, come un corpo eterico vivente. Questo è il significato dell'anello “trasparente” attorno alle alte croci! I saggi irlandesi mostrano così di avere avuto una grande visione del futuro dello sviluppo umano, e questo può ancora essere visto sulle alte croci!

Allo stesso tempo, questo mette in luce i quattro nodi che vediamo spesso raffigurati sulle croci irlandesi e che svolgono un ruolo dominante. I quattro punti si riferiscono alle quattro forze eteriche: calore, luce, etere chimico ed etere vitale, e sono correlati ai quattro aggregati di fuoco, aria, acqua e terra. Il corpo eterico è legato alle attività dell'anima. Così la volontà si esprime nell'etere caldo, il sentimento nell'etere luminoso, la vita-pensiero nell'etere chimico o tonale, e i pensieri interiori si esprimono nell'etere vitale. La parte interiore dei nostri pensieri non è l'attenzione esteriore come risposta al mondo esterno. Il lavoro interiore è quando una nuova ispirazione nasce nell'uomo ed è attiva in colui che sta facendo progressi nel suo cammino. L'uomo non ha ancora il controllo sui suoi pensieri: lo assaltano costantemente. Questo ha a che fare con la cosiddetta caduta nel peccato.

Quando Cristo si è incarnato in un corpo umano nel battesimo del Giordano, ha cancellato questa caduta per tutti coloro che si aprono alla sua Luce. Nella sua incarnazione ha purificato gli eteri. Le quattro forze eteriche sono diventate pure e irradiano verso l'esterno creando un cerchio luminoso intorno alla terra. Le forze eteriche non possono essere osservate con un organo materiale. Ecco perché gli irlandesi cercavano un modo per rappresentare adeguatamente questi quattro punti. Il processo è andato dall'omissione dei punti ai quattro fori nelle traverse della croce, per mostrare la tetrade nell'anello più esterno. Quest'ultimo è ovviamente il posto giusto, perché il corpo eterico alla fine si riversa nello spazio del mondo.

Ciò dimostra che gli irlandesi, con i loro doni di chiaroveggenza, hanno un posto speciale nel mondo e hanno svolto un ruolo pionieristico che avrà i suoi frutti in futuro.

Ahenny

  

 

 

 

 

 

 

 

Croce di Ahenny

Mentre nei primi secoli si vedeva Cristo raffigurato da un cerchio, come simbolo del sole, in tempi successivi assume sulle croci sembianze umane. Tuttavia, mai come un defunto, ma come il trionfatore sulla morte, con mani benedicenti. Questa è la grande differenza con le croci nella maggior parte delle chiese: lì c'è solo un cadavere!

 

 

Cross of Durrow

 

 

 

 

 

 

 

 

Croce di Durrow

Sulla croce di Durrow vediamo il Cristo trionfante con nella mano sinistra la croce della morte e nella mano destra il simbolo dell'albero della vita, il bastone del druido con le due spirali. Su questa croce vediamo i quattro perni, le forze eteriche, al posto giusto: nell'anello “trasparente”.

 

 

Kilfenora

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Croce di Kilfenora, XI secolo

Sulla croce di Kilfenora vediamo ancora il Cristo trionfante con le braccia tese in segno di benedizione. Il suo sangue sacrificale scorre lungo il lungo tronco in due rivoli e si distribuisce sulla terra.

Patrick

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La croce di Patrizio e Colomba

Sulla croce di Patrizio e Colomba c'è qualcos'altro di interessante da vedere, perché qui non c'è Cristo nel mezzo, ma sette borchie che rappresentano il Settemplice Spirito Divino.

Si guadagnerebbe molto per il futuro se le Alte Croci Celtiche irlandesi non fossero solo considerate un oggetto artistico, ma anche riconosciute per il loro profondo significato spirituale!

 

(Continua in parte 11)

 

back to home pdf share