pixabay

Una nuova chiarezza

back to home pdf share

Era un giorno nuvoloso. Per tutta la mattina e fino a mezzogiorno ho avvertito la presenza di qualcosa, come un’ombra su di me. C'era qualcosa di molto pesante nella mia mente. Non poteva essere afferrato, non poteva essere nominato. Sebbene pensassi che la ragione di ciò potesse essere un evento che mi era successo la mattina, non sapevo cosa mi stesse infastidendo. Nel pomeriggio, neanche un buon amico è stato in grado di tirarmi su di morale. Siamo andati a fare shopping. Ad una cassa, ho visto una giovane madre che spingeva una carrozzina con un bambino piccolo. Il bambino aveva lunghi capelli neri e sembrava una bambola. A lungo ho guardato nei suoi occhi blu scuro. Ho scambiato alcune parole con la madre.

Mentre guardavo il bambino, ho dimenticato me stesso. Più tardi, ho scoperto che la mia anima era di nuovo in grado di respirare liberamente. L'incubo inspiegabile era svanito. Ho notato che il sole splendeva, e ho scherzato allegramente sulla via del ritorno con il mio amico. Ero felice di provare di nuovo gioia nel mio cuore.

Cosa era successo? Il mio essere interiore si era pacificato. La purezza del bambino era penetrata nel mio cuore.

Senza giudizio ho percepito il piccolo bambino completamente imparziale. Sono diventato silenzioso. Io e il mio amico abbiamo visto il bambino come un miracolo della creazione. Anche lui è stato toccato.

In effetti, la divinità si rivela in ogni creatura, in ogni essere vivente, anche in ogni cosa: in un piccolo raggio di luce che penetra attraverso le nuvole; in uno stormo di uccelli che cambia continuamente forma, unendosi e allontanandosi; in un fiore; nelle farfalle che volano intorno a un cespuglio; in un bambino piccolo con i suoi primi goffi passi: la divinità si rivela.

Dimenticare se stessi è l'unico modo per percepire gli aspetti divini negli oggetti terreni e goderne. Questo succede in un attimo, nel momento presente, all'istante. Non è il tempo con il suo futuro e il suo passato, è il momento che ci presenta questa rivelazione. Il momento comprende sempre l'eternità. Se siamo dimentichi di noi stessi, qualcosa di molto leggero in noi si apre istantaneamente e il nostro cuore diventa leggero. Ci sentiamo liberi e sereni.

Ci sembra di essere emersi da una foresta oscura in una radura luminosa, respirando di sollievo. Siamo felici di vedere la chiarezza del cielo sopra di noi, perché desideriamo ardentemente la luce: consapevolmente la luminosità del giorno e inconsciamente la Luce divina. Se tacitiamo i nostri desideri egoistici, siamo in grado di percepire questa luce, questa nuova chiarezza.

back to home pdf share